agricoltura sostenibile guatemala 32

Agricoltura Sostenibile in Guatemala

Agricoltura Sostenibile per promuovere lo Sviluppo Integrale e la Sicurezza Alimentare in Guatemala.

Il Guatemala è la patria di più di 24 gruppi etnici, pari al 43,5% della popolazione, la maggior parte dei quali sono di origine Maya. É un paese con alti livelli di violenza e diffuse violazioni dei diritti delle donne, che impattano in modo sproporzionato sulle donne indigene.

Quattro donne indigene su cinque vivono in povertà, hanno il triplo delle probabilità di vivere in estrema povertà rispetto al resto della popolazione e la loro aspettativa di vita è di ben 13 anni inferiore a quella delle donne non indigene.

Una situazione “invisibile” alla maggior parte della società guatemalteca.

Il che ci può far capire quanto purtroppo siano profondi il razzismo, le discriminazioni e l’emarginazione che le donne indigene devono ancora subire.

Anche se è un paese a reddito medio-alto, con facile accesso a servizi e mercati moderni, il Guatemala ha il più alto tasso di malnutrizione cronica nei bambini sotto i cinque anni in tutta l’America Latina.

Secondo UNICEF il 49,8% dei bambini soffre di malnutrizione cronica, 1 bambino su 2 soffre di rachitismo. Occupa il primo posto in America Latina e il sesto al mondo in termini di malnutrizione infantile.

Vamos lento pero vamos seguras de nuestros Derechos” (Procediamo lentamente ma sicure dei nostri Diritti), dice Juana-Isabel Teleguairo (27 anni) presidente di Aj Quen Guatemala. Isabel è convinta che le cose cambieranno e “Nessuna ragazza sarà costretta a sposarsi, le gravidanze di bambine e adolescenti tra i 10 e i 14 anni cesseranno e ci saranno progetti in modo che le donne possano studiare, lavorare e realizzarsi come persone“.

É in questo contesto che entra in gioco il progetto “Agricoltura Sostenibile per promuovere lo Sviluppo Integrale e la Sicurezza Alimentare in Guatemala – Aprodi”, progetto di cooperazione internazionale che Projekte der Internationalen Zusammenarbeit | Fondazione Altromercato porta avanti con Aj Quen Guatemala con l’obiettivo di rafforzarne la capacità organizzativa, la formazione e la leadership delle donne, creando un accesso al mercato locale e del commercio equo per la loro produzione agricola nelle province di Chimaltenango, Alta Verapaz, Quetzaltenango, Quiché e Sololá.

Aj Quen è un’associazione nata nel 1989 da donne indigene di etnia Maya K´iche´, Kaqchikel, Tz’utujil y Q’eqchi’, vedove a causa della violenza perpetrata dal regime militare di Rioss Montt negli anni ottanta, organizzatesi a per migliorare le proprie condizioni di vita attraverso la produzione e la commercializzazione dell’artigianato tessile.

Negli ultimi anni Aj Quen e le sue socie vivono una situazione economica e sociale difficile a causa della riduzione delle vendite di artigianato tessile sul mercato equosolidale, dovuta al cambiamento del mercato in un’economia globalizzata.

Sostieni il progetto “Agricoltura Sostenibile in Guatemala”

Il Progetto

Attraverso il progetto “Agricoltura Sostenibile per promuovere lo Sviluppo Integrale e la Sicurezza Alimentare in Guatemala” Aj Quen intende diversificare la propria attività produttiva, sfruttando in maniera strutturata la produzione agricola che le socie svolgono come attività di auto-sussistenza nelle proprie milpas (termine maya che identifica appezzamenti domestici di terreno coltivati tradizionalmente a mais, fagioli ed altri prodotti per l’autosussistenza).

Il progetto ruota attorno a tre assi: formazione, produzione e commercializzazione.

Grazie alla realizzazione del progetto si rafforzerà un sistema socioeconomico che promuove lo sviluppo integrale delle comunità rurali del Guatemala attraverso l’implementazione dell’agricoltura sostenibile nel settore dell’Agricoltura Famigliare Contadina di Montagna.

Le attività prevedono la realizzazione di un vivaio di piantine di avocado ed ortaggi in serra, la produzione di avocado e ortaggi per rafforzare la sicurezza alimentare delle famiglie e attraverso la commercializzazione delle eccedenze si vuole aumentare il reddito delle famiglie.

La produzione di semi e piantine verrà realizzata secondo i metodi dell’agricoltura biologica e durante la realizzazione del progetto si procederà a realizzare la certificazione biologica dei campi.

I metodi di agricoltura sostenibile implementati dal progetto aumenteranno la fertilità del suolo, proteggeranno le fonti idriche, favoriranno il recupero e l’utilizzo di semi antichi, mantenendo la biodiversità tipica delle milpas maya.

Perché il tuo aiuto è vitale?

Grazie al tuo sostegno le 200 socie di Aj Quen Guatemala potranno arrivare a produrre a regime più di 500 ton l’anno di derrate alimentari biologiche (avocado e ortaggi) per migliorare gli standard nutritivi di più di 1.800 persone e le condizioni economiche delle loro famiglie.

Attraverso la commercializzazione sui mercati delle derrate alimentari prodotte dalle famiglie delle donne associate ad Aj Quen si renderà l’organizzazione economicamente sostenibile.

Infine, grazie alle attività di formazione realizzate da un piccolo team di 4 agronomi (tre uomini ed una donna), verranno rafforzate le conoscenze e le capacità delle 200 socie di Aj Quen che saranno formate alle buone pratiche agricole climaticamente intelligenti per la produzione di avocado e ortaggi.

Il progetto ha un costo totale di 375.000 euro, di cui 270.000 euro sono già finanziati grazie al contributo di donatori privati e della Provincia Autonoma di Bolzano.

Il tuo aiuto è vitale per poter raccogliere i 105.000 euro mancanti per poter portare a termine tutte le attività del progetto.